Tag

, , , , , , ,

Mi piace sperimentare in cucina, mescolando gusti per trovare nuovi sapori. Qualche anno fa ho iniziato ad aromatizzare le grappe con frutta ed erbe, ma la ricetta che vi propongo qui è un liquore, da ottenere utilizzando l’alcol puro e successivamente diluendolo con l’acqua. Il procedimento è più complesso di quello dell’aromatizzazione delle grappe, ma forse più affascinante, anche perché l’ottenimento del grado alcolico desiderato comporta un piccolo calcolo matematico che rende più interessante il tutto.

Il liquore al cioccolato e peperoncino lo avevo già preparato in passato, in rete potete trovare moltissime versioni, con o senza latte, con o senza vaniglia, ma io lo volevo provare anche con l’arancia. Cioccolato e arancia sono due sapori che si incontrano molto bene, allo stesso modo cioccolato e peperoncino: e se li provassimo tutti e tre insieme?

Ingredienti

Con le quantità di seguito indicate preparerete circa 2 litri di liquore a 32 gradi. Si lo so che 2 litri sono tantissimi, ne produco tanto perché poi lo regalo, non pensiate che lo beva tutto io 🙂

  • 700 ml di alcol a 95°
  • 900 ml di acqua
  • 500 g di zucchero
  • 100 g di cacao amaro in polvere
  • 1 arancia
  • 1 baccello di vaniglia
  • Peperoncini freschi piccanti a piacere.

La quantità di peperoncino dipende dai vostri gusti, ma fate attenzione a non esagerare per non rovinare il risultato finale. Io di solito utilizzo un metodo scientifico: assaggio il peperoncino e, a seconda di quanto mi brucia la lingua, decido se metterne uno, due o più. Per questa volta ne metto uno solo.

Si parte!

Per realizzare il vostro fantastico liquore al cioccolato, arancia e peperoncino dovrete affrontare due diverse fasi di lavoro, separate da un mese di attesa. Nella prima fase metterete a macerare l’arancia, il peperoncino e la vaniglia nell’alcol, dopo un mesetto circa potrete completare con l’aggiunta del cacao, acqua e zucchero, completando così il vostro capolavoro.

Vediamo allora la prima fase: iniziate prendendo l’arancia, i peperoncini e il baccello di vaniglia, lavateli e asciugateli per bene.

WP_20151121_012[1].jpg

WP_20151121_013[1].jpg

Ora apriteli con un coltello, in modo che sprigionino tutto il loro aroma: tagliate in due l’arancia, eliminate il picciolo dal peperoncino e tagliatelo in due per il lungo, analogamente incidete longitudinalmente il baccello di vaniglia e apritelo delicatamente. Immergete tutto in un contenitore a chiusura ermetica assieme all’alcol e mettete il vaso in un luogo buio per un mese.

Durante questo mese di attesa andate a capovolgere il vaso di tanto in tanto, in modo che gli ingredienti cedano i propri aromi all’alcol e i sapori si amalgamino per bene.

Trascorso il mese, scaldate in una pentola 500 ml d’acqua. Quando sta per bollire versate a pioggia il cacao, setacciando e stemperando affinché non si formino grumi. Quando avrete ottenuto un liquido denso e omogeneo aggiungete lo zucchero, sempre mescolando e tenendo il fuoco basso. Lo zucchero deve sciogliersi completamente e deve formarsi una crema omogenea. Durante questa fase, nella casa si spanderà un profumo irresistibile: assaggiare è d’obbligo, ma con questa scusa cercate di non scolarvi tutto lo sciroppo al cioccolato, altrimenti addio liquore.

Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire il vostro sciroppo, quindi aggiungete i restanti 400 ml di acqua, mescolate bene e lasciate riposare il tutto finché non si sarà portato a temperatura ambiente.

Ora è il momento di aggiungere l’alcol che avevate preparato un mese fa, prima però filtratelo con un colino ed eventualmente una garza. Spremete bene le due mezze arance in modo da recuperarne tutto il succo: l’aroma e il profumo che darà al vostro liquore lo renderanno irresistibile. Mescolate il tutto e imbottigliate. Vi consiglio di attendere ancora qualche giorno prima di gustarlo.

Ultimo consiglio: servitelo freddo.

WP_20151226_012 1

Annunci