Tag

, , , , , , , , , , , ,

L’amica Bea, del blog Viaggiando con Bea, mi ha invitato ad unirmi alla campagna #SaveRummo pubblicando una mia ricetta con la pasta Rummo. C’era solo un piccolo problema: io cucino quotidianamente, ma non sono molto fantasioso, anzi di solito non invento un bel niente, mi limito a scopiazzare ricette di altri o al massimo cerco di riprodurre qualche piatto che ho provato al ristorante, come nel caso del risotto con zucca e castagne pubblicato un anno fa su questo blog.

Però Bea mi ha punto nell’orgoglio: dovevo assolutamente proporre una mia creazione e così mi sono spremuto un po’ il cervello e ho partorito questa invenzione: spaghetti (Rummo) risottati agli scampi, avocado e lime. Li ho preparati oggi per la prima volta, esponendomi al forte rischio di essere criticato, ma poiché il pericolo è il mio mestiere non ho avuto esitazioni e il risultato pare che sia stato buono. Ad ogni modo valuterete voi, ora bando alle ciance e che la ricetta abbia inizio.

Ingredienti

Com’è d’uopo, si danno le dosi per 4 persone. Io non sono mai rigoroso con le quantità, mi piace variare in base al gusto che voglio ottenere, ma fate conto che vi serviranno all’incirca:

  • 400 grammi di spaghetti Rummo n.5
  • una dozzina di scampi freschi
  • Sedano, porro, carote
  • 1 avocado
  • 1 lime
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • Olio e.v.o., sale, pepe, prezzemolo

WP_20151115_000b

WP_20151115_000c

WP_20151115_004

WP_20151115_009

WP_20151115_005

Preparazione

Innanzitutto mettetevi inWP_20151115_000a tenuta da battaglia, nel mio caso è stata una scelta molto saggia, visto che a metà ricetta ho combinato un casino (che NON vedrete nelle foto seguenti) e rischiato la separazione dalla mia dolce metà, che era entrata in cucina proprio in quel momento.

Iniziamo preparando le verdure: lavatele, mondatele e tagliuzzatele grossolanamente a pezzettini. Se volete potete tritarle con il minipiner, anzi avrei fatto bene a farlo anch’io, visto che per tritarle dopo ho seminato lo scompiglio in cucina. Quando le verdure sono pronte le metterete in una casseruola a rosolare in olio extra vergine.WP_20151115_006

Ora ci occuperemo degli scampi. Io li sciacquo, li taglio con la forbice lungo la schiena in modo da estrarre il filo nero che c’è all’interno. Lasciate qualche scampo intero per decorare i piatti, per tutti gli altri separate la polpa dal carapace, quindi mettete da parte gli scampi (curati e interi), mentre le scorze e i carapaci li mettete nella casseruola assieme alle verdure, serviranno per la preparazione del fumetto con cui risottare la pasta.

WP_20151115_007

Le corazze e le teste degli scampi insaporiranno il vostro fumetto di pesce

WP_20151115_008

La polpa degli scampi e gli scampi interi per la decorazione finale li metterete da parte

Ora versate nella casseruola anche il vino bianco e lasciatelo evaporare, aggiustate sale e pepe e quindi versate un litro di acqua calda, coprite e lasciate sobbollire per una mezz’ora.

Nel frattempo prendete il lime, grattugiate metà della sua scorza, mentre l’altra metà la tagliuzzerete a pezzettini minuscoli (vi servirà per decorare i piatti), infine spremete il lime ottenendone il succo profumato. Sbucciate l’avocado e tagliatelo a dadini.

WP_20151115_010 WP_20151115_011 WP_20151115_014 WP_20151115_013

Tornate ad occuparvi del vostro fumetto di crostacei: se volete insaporirlo maggiormente schiacciate le teste degli scampi con una forchetta. Non fate quella faccia, vi assicuro che il sapore del vostro piatto ne guadagnerà. Passata la mezz’ora (il tempo non è tassativo, potete cuocerlo più a lungo) togliete dalla casseruola i carapaci, le chele e le corazze degli scampi, frullate le verdure, regolate sale e pepe e quindi immergete gli spaghetti nel brodo, iniziando a cuocerli come fareste per un risotto. Siate delicati, gli spaghetti non devono rompersi, mano a mano che il brodo li renderà più teneri li piegherete con una forchetta in modo da farli entrare un po’ alla volta nella pentola.

WP_20151115_015WP_20151115_016

Lasciate gli spaghetti a risottare (con i Rummo n. 5 ci vorranno 16-18 minuti) e prepariamo gli scampi: fate imbiondire uno spicchio d’aglio in una padella con un po’ d’olio e quindi mettete gli scampi, sia la polpa che i crostacei interi. Sfumate con vino bianco e lasciate cuocere 3 minuti.

WP_20151115_017

A questo punto aggiungete: i cubetti di avocado, il succo di lime, la scorza di lime grattugiata, un po’ di prezzemolo tritato, sale e pepe a piacere e lasciate cuocere altri 3 minuti, rimestando delicatamente.

WP_20151115_019

Verificate come procede la cottura degli spaghetti. Se si sono “bevuti” tutto il brodetto di pesce aggiungete un’ di acqua calda, ma fate attenzione: dovete portarli a cottura facendo in modo che non rimanga troppo liquido. Sembra difficile, ma non lo è: fate come fareste con un risotto.

Quando gli spaghetti sono cotti al dente uniteli con il sugo di scampi avocado e lime e amalgamate il tutto.

WP_20151115_020

Impiattate decorando con la scorzetta di lime tagliuzzata (o come preferite) e portate in tavola.

WP_20151115_021

Varianti

Come dicevo in apertura, questa per me è una prima assoluta, quindi, dopo averli mangiati, ho pensato a queste varianti:

  1. sfumare gli scampi con il cognac anziché con il vino bianco, è una questione di gusti, il cognac è più dolce e si accompagna bene con l’aspro del lime
  2. il succo di lime e la scorza grattugiata conferiscono già al piatto il loro sapore caratteristico, quindi per la decorazione finale, al posto della scorzetta di lime, potreste utilizzare della granella di pistacchi
Annunci