Tag

, , , , , , ,

Voglio riportare qui un brano di un libro che sto leggendo (Caro bosco, di Marco Scapin), perché l’ho trovato illuminante e profondo pur nella sua estrema semplicità, quella semplicità che contraddistingue sempre le cose vere.

In mattinata sono stato invece io ad essere preda di una zecca, anche se per pochi istanti. È un essere non facile da apprezzare, soprattutto se porta gravi malattie. La zecca tuttavia non fa una bella vita, è una parodia dell’uomo moderno: quando ha ottenuto ciò che cerca s’ingrassa a tal punto da non potersi muovere e questo è spesso causa della sua morte. È preferibile quindi non attaccarsi con avidità a nulla.

Non aggiungo altro, ognuno rifletta e tragga le conclusioni che crede.

IMG_2217

Annunci